Home > Runway > Dipingere la moda: l’arte di Vivetta Ponti per la collezione Spring Summer 2018

Dipingere la moda: l’arte di Vivetta Ponti per la collezione Spring Summer 2018

di Carmela Trabacco . foto di Giorgio Cavestro
Ritrovarsi in un giardino in una Milano splendente tra le creazioni della nuova collezione Spring Summer 2018 di Vivetta. Storia, arte e mito: è Andrey Remnev ad ispirare la designer Vivetta Ponti che ha stupito tutti dando una nuova impronta al brand.



La collezione di Vivetta rappresenta l’arte nel suo tratto antico e malinconico ma allo stesso tempo moderno e grafico. Un dipinto che riesce a far sognare tra colori e donne nobili in un’atmosfera surreale. Abiti che sembrano tele che proiettano un universo incantato ricco di elementi magici e di dettagli come i ricami. Gonne lievi come nuvole e volumi enfatizzati da vaporose crinoline. Cascate di tulle tagliate a vivo.
Vivetta Spring Summer 2018 women's Collection (Photo by Giorgio Cavestro)Trasparenze e pizzo in micro rete. L’organza, ricca di cristalli, sfuma in piume vaporose e delicate. Alla leggerezza di questi tessuti si contrappongono quelli sostenuti. Colpisce l’abito bustier dai volumi esagerati realizzato in denim trattato, tessuto e tinto a mano. E come nelle migliori magie c’è una piacevole sorpresa: il fil rouge che connette i due universi da cui Vivetta prende ispirazione, l’arte contemporanea e l’artista russo,  è il jeans in tutte le sue rivisitazioni. Anche l’abito nero, con corpetto in raso bianco intarsiato, per taglio e silhoutte rispetta perfettamente i codici di questo mood ed è costruito sormontando una corta T-shirt al tulle. Ritornano nelle stampe, gli elementi di decor tanto amati dal Remnev, per camice e abitini, che vengono rielaborate secondo un gusto decisamente più contemporaneo. Un’esplosione di colori che passa dal tenue celeste al baby pink. Una palette cromatica sorprendente, come Vivetta del resto.

Related Post

Lascia un commento