Home > Presentazioni > Le scarpe che amerai: collezione Autunno Inverno 2018/19

Le scarpe che amerai: collezione Autunno Inverno 2018/19

di Adriana Zingone . foto di Giuseppe Spena
Gli stivali, alti e bassi, sono i protagonisti assoluti nelle collezioni invernali degli stilisti.



E poi décolleté, sandali, mocassini, con colori di tendenza quali, il rosso, viola, nero ed il color oro o i colori pastello. La tendenza colore del momento si espande a macchia d’olio come su una tavolozza, il rosso è stato protagonista dalle passerelle ai red carpet, tingendo su pelle e camoscio stivali alti di Corimenta; o ancora pelle, stampati, maculati e tessuti stretch presi in prestito dal mondo dello sport di Rayne.
Una nuova collezione autunno inverno 2018-19, volontariamente basata sulla purezza è quella di Alain Tondowski, per sottolineare le linee e le curve delle dita e dei tacchi delle scarpe che questa stagione pongono il focus sulla caviglia, la parte preferita del piede per il designer, e mostrano la nobiltà e il lavoro dei materiali. Su un tacco a piramide di 100 mm, tacchi neo-fifties di 90 mm, così come sugli iconici tacchi “Kitten” di 60 mm della maison, sono evidenziati i modelli iconici della collezione: stretti e zippati sul retro, giocano con i contrasti. Modelli bordati di elastico consentono di scivolare in pumps e stivali bassi ultra chic, realizzati per il giorno in pelle di agnello, talvolta decorata con un fiore in pvc, in un grigio galattico, iridescente e tendente al viola… per la sera, i sandali sono sia aperti che chiusi sulla punta, con ampi strappi che si intrecciano intorno alle caviglie, neri, argento o in onirico pelo di pony lilla, decorato con tacchi cromati per un’allure futuristica. La gamma cromatica comincia con pastelli vibranti: nude, cielo parigino grigio e lilla, che emerge contro un onnipresente nero, il colore iconico della collezione presentato con un profondo porpora e un intenso rosso. Una collezione “arti-tradi” in cui minimalismo, savoir-faire e accenni “fancy” si mescolano insieme per osmosi.Alain Tondowski Fall Winter 2018/19 (photo by Giuseppe Spena)Antolina Paris è una nuova e particolare collezione di scarpe basate su un progetto speciale ideato da Mariela Montiel. Antolina è sia il nome della nonna paterna della designer, la cui personalità e tenerezza hanno permeato la sua infanzia, sia un nome che evoca le sue origini paraguayane. Le scarpe Antolina Paris, infatti, sono realizzate con un tessuto filato a mano secondo una tradizione che gli indiani Maka, una tribù etnica del Paraguay, si trasmettono di generazione in generazione. Il cotone viene raccolto, filato e tessuto interamente a mano, dopo averlo intriso con i colori vibranti e luminosi ispirati al paesaggio circostante; l’azzurro del cielo del Guarany e del potente fiume Paraguay, l’immancabile verde della foresta tropicale, in tutte le sue sfumature, l’intenso rosso della terra, e il giallo pulsante del sole.Antolina Paris Fall Winter 2018/19 (photo by Giuseppe Spena)Questi tessuti magnifici, il design ricercato e il supporto del maestro creatore delle espadrillas, Louis Castañer, hanno dato vita a calzature uniche nel proprio genere. Senza il supporto di Giuseppe Baiardo, questo progetto non sarebbe stato possibile, un artigianato a rischio è stato rivitalizzato e una comunità in difficoltà è stata rinvigorita. Per questa terza collezione, l’intreccio continua ad essere l’elemento principale, non solo a livello stilistico, ma anche letterale. Nuovi incontri con artigiani e tribù, che intrecciano e uniscono le persone, con un nuovo progetto che diventa un brand.

La collezione Coriamenta Autunno Inverno 2018/19 è come la protagonista de “Il portiere di notte” di Liliana Cavani, l’ispirazione è militare per una donna forte e determinata, senza paura. I bikers da motocicletta si alternano a stivali da cavallerizza, con suola carro armato in gomma e con un gusto che strizza l’occhio al fetish. La collezione non conosce mezze misure, dal biker, tronchetto comodo e aggressivo, al tacco a spillo super femminile, passando dal il cuissard open toe e a punta chiusa, al sandalo da sera con l’ala iconica che caratterizza il brand, sempre con un tocco aggressivo e mai stucchevole. L’inverno 2018 vede l’utilizzo di nuovi materiali che rendono tutto più hot: vernici, vitelli, baby Tigers, manta, e camosci. Viola intenso, rosso veneziano, grigio acciaio, verde militare e nero assoluto donano alla collezione un tono forte e determinato.Coriamenta Fall Winter 2018/19 (photo by Giuseppe Spena)Attingendo dai preziosi archivi della maison Rayne, questa stagione il designer rivisita la forma della scarpa con una punta piatta e arrotondata e tacchi di 50 mm con uno spirito fortemente evocativo degli anni 60, gli anni iconici del brand. Mary Jane e stivaletti in suede di vitello o di agnello, velluto, glitter o tessuto nero. Abbinate con strass sulla punta e tacco modellato su uno dei modelli vintage della maison, decorato con bordi in agnello argentato… per giovani donne che emanano una delicata attitudine 60s. Il mocassino Adalberta, il modello iconico della maison, è ricreato questa stagione in agnello metallizzato con venature, in una nuova linea di stivaletti in vernice o stivali alti (mixati con suede di agnello stretch) o in tessuto broccato per i mules.Rayne Fall Winter 2018/19 (photo by Giuseppe Spena)
Mocassini, mocassini-mules, mocassini-stivali e mocassini-stivaletti giocano con ballerine e pumps con l’iconico fiocco della maison, che questa stagione si veste di vitello leopardato o tessuto glitterato. Una collezione pop e chic con twist di materiali e colori, permeata del dna del brand che reinventa sempre i suoi classici con sofisticazione e indifferenza.

Lascia un commento