Home > Runway > Alberto Zambelli Autunno Inverno 2018/19: quando l’abito diventa un gesto primordiale

Alberto Zambelli Autunno Inverno 2018/19: quando l’abito diventa un gesto primordiale

di Emanuela Cinti . foto di Giorgio Cavestro
“Ognuno è unico, nessuno è identico all’altro. Qual è, però, quella cosa che ci fa smettere d’essere “uno singolo” e ci fa diventare un “tutt’uno con l’altro”? L’abbraccio: un gesto semplice e primordiale, in grado di ricomporre i due separati in un unico.”



Il  24 febbraio presso il Museo della Scienza e della Tecnica di Milano è stata presentata la nuova collezione Autunno Inverno  2018/19 dello stilista Alberto Zambelli. Numerosi ospiti e fashion designer hanno assistito allo show che, minuto dopo minuto, svelava le affascinanti creazioni del designer, comunicando il filo conduttore dell’intera collezione:  l’abbraccio. Le creazioni sono state impreziosite da Swarosky, il tutto contornato da un particolare accompagnamento musicale.Alberto Zambelli Fall Winter 2018/19 (photo by Giorgio Cavestro)La spontaneità dell’abbraccio viene tradotta in capospalla sartoriali, e ancora possiamo sentire l’avvolgersi delle mani intorno a noi con la visione di abiti destrutturati in crêpe de chine, le fasce che si dispongono sul retro e le strutture tridimensionali simili ad origami. L’abbraccio lineare e sintetico raffigurato dall’eclettico artista Sergej Michajlovic Ezestejn, viene reinterpretato da Alberto Zambelli, attraverso raffigurazioni e forme geometriche su abiti lunghi, gonne a pieghe e bluse.Alberto Zambelli (photo by Giorgio Cavestro)Un aspetto tecnico e confortevole, interpretato con estrema femminilità, viene dato dal jersey bianco. La neutralità della collezione, sobria e moderata, è in perfetta armonia con l’alternanza di toni più decisi e frizzanti.  Eleganti mise minimali sono proposte in nuance insolite, come il lavanda, l’arancio e il verde acquamarina.

Le collezioni firmate Alberto Zambelli sono frutto di una personale ricerca sul mondo e sulla contemporaneità, riflessi di storie e di percorsi speciali che portano il designer a creare nuovi complessi e meravigliosi universi ad ogni stagione. L’influenza orientale dello stilista ha fatto sì che le sue creazioni fossero libere dall’eccesso, puntando l’attenzione sulla bellezza intima della linearità. Esaltare la figura femminile è senza dubbio lo scopo di ogni collezione di Alberto Zambelli, il quale riesce a ridisegnarla grazie a sovrapposizioni, volumi e forme realizzati con maestria.

Lascia un commento