Home > Collezioni > La collezione cruise 2019 di Bottega Veneta: la traduzione dei nostri bisogni

La collezione cruise 2019 di Bottega Veneta: la traduzione dei nostri bisogni

di Emanuela Cinti
L’azienda italiana Bottega Veneta presenta la collezione cruise 2019, una  linea minimal che si ammorbidisce nei toni grazie ad una palette sobria e accattivante.



Tomas Maier realizza una collezione che incarna il codice estetico della griffe, ma questa volta ha saputo escogitare una soluzione sorprendente: creare tre mini-collezioni che si dividono in diversi periodi dell’anno: “La prima esce a novembre, la seconda a dicembre e l’ultima a gennaio. Ognuna è incentrata su quello che i nostri clienti potrebbero desiderare o di cui potrebbero avere bisogno quando i capi arrivano in negozio” spiega Maier.The Bottega Veneta cruise 2019 collection: the translation of our needs
La collezione donna riparte da dove Tomas Maier ci aveva lasciati, ovvero dall’autunno inverno 2018. I colori come Deep Orange, Marigold Yellow e Baccara Rose evidenziano i volumi e le proporzioni, lasciando pian piano spazio a colori più freddi, pastello e délavé,  i quali danno inizio al secondo gruppo della collezione, quella dedicata al periodo più buio dell’anno. L’obiettivo di Maier è quello di offrire ciò che la donna vuole in quel preciso momento e, osservando l’intera collezione, possiamo dire che Maier è davvero entrato nella mente di noi donne, riuscendo a tradurre i nostri bisogni. “Tutto è stampato o in fantasia”, racconta Maier. “Ma niente in coordinato”, sono le parole che usa per raccontarci il terzo ed ultimo capitolo di queste mini-collezioni. Completano la collezione dei mini-accessori dalle forme geometriche, che fungono da motivi decorativi di borse, cinture o tracolle.
La collezione uomo cruise 2019, segue la stessa suddivisione della collezione donna. Ripartendo dall’autunno inverno 2018, Maier propone jeans dal risvolto colorato, lussuose maglie mélange, shearling patinati e un montgomery in double wool. Il gruppo successivo si rinnova invece con bianchi invernali e i colori del deserto punteggiati da lampi di Bubblegum Pink e Mint Green. Felpe morbide e t-shirt indossate con giacche e pantaloni di cotone, ma soprattutto il capospalla è decisamente un elemento fondamentale della collezione, staccabile in shearling e l’interno in pelliccia ecologica Steiff , si può portare anche da solo, ideale per i molteplici climi.  Un colorato boot con suola in gomma e lavorazione San Crispino in versione checker completa il look.Principe di Galles, quadri, scozzesi e pois creano le fantasie per la primavera.

“Voglio offrire ai nostri clienti qualcosa che non abbiano ancora visto” afferma Tomas Maier. E noi possiamo rispondere con certezza che ha decisamente raggiunto il suo obiettivo.

Related Post

Lascia un commento