Home > Runway > Haute Couture is Paris: Chanel collezione Haute Couture Autunno Inverno 2018/19

Haute Couture is Paris: Chanel collezione Haute Couture Autunno Inverno 2018/19

di Adriana Zingone
Haute Couture is Paris, afferma il direttore creativo, molto legato alla capitale, Karl Lagerfeld rende omaggio alla Parigi letteraria, quella degli amanti dei libri e dell’Académie Française.



Di fronte alla cupola dell’Institut de France, un arredamento della banchina della Senna fiancheggiata dalle “scatole” dei venditori di libri di fama mondiale. Un invito a passeggiare che è accettato volentieri dalle Parisiennes di Chanel, che indossano stivaletti con risvolto piegato e sono maliziosamente pettinati con i quiffs e le code di cavallo di Rockabilly.Fall Winter 2018-19 Haute Couture CollectionLa Parigi autunnale ispira la tavolozza dei colori della stagione: il grigio pallido dei tetti di zinco, l’antracite dell’asfalto stradale, il nero ed i riflessi dorati e argentati della Luna nella Sorgente increspata. Il rosa pallido e il malva dell’alba, il bianco, l’ecru e il beige delle mattinate nuvolose, il verde mandorlo dei tetti degli edifici storici, rafforzano il dolce panorama. In questa Parigi sublimata, ricami di cristallo allineati come ciottoli, tulli retati e ricamati in oro che richiamano i lucchetti del Pont des Arts, sembrano una dichiarazione d’amore per una città della moda e della cultura, per un ricco patrimonio storico.

Tweed, classico o plumetis, flanella, velluto, crêpe, pizzo, taffetas, radzimir e chiffon adornano una silhouette slanciata. Karl Lagerfeld adotta un tema centrale originale: una zip impreziosita da trecce spacca il profilo di gonne e giacche con maniche strette, a volte incorniciandole completamente. Una costruzione che crea un look ultra-elegante: così come le fodere spesso contrastanti, le zip sulle gonne lunghe o al ginocchio rivelano una minigonna mentre quelle sulle giacche espongono una vita migliorata e, sulle braccia, lunghe e colorate senza dita guanti. Così rivisitato, l’abito iconico si alterna con abiti trompe-l’œil e lunghi cappotti.

Le giacche sono anche unite da gonne a pieghe, camicette in chiffon, colletti a fascia alta, top in pizzo e altri con plastron ricamati con paillettes, perline e cristalli, arricchiscono ulteriormente la collezione. Per la sera, le spalle sono divise, i busti riccamente decorati, ricamati e drappeggiati con fiocchi, in completo contrasto con le sottostanti gonne e la parte inferiore degli abiti. Leggerezza e delicatezza sono all’ordine del giorno con un maglione di chiffon o tulle che scalda un top ricamato.

Una scollatura drappeggiata e ricamata in pizzo e carta velina argento scende in un tubino fluido. Un altro in georgette di seta è strutturato con un drappeggio asimmetrico dalla spalla. Un gilet bustier ricamato come un tramonto risponde a una lunga gonna dritta in chiffon a strati con pieghe piatte. Altri bustier sono indossati con gonne a palloncino in tulle. Boleros in lustrini color notte brillano come le luci che riflettono nella Senna, mentre i top con cristalli disposti come ciottoli parigini rispondono gonne voluttuose in chiffon bianco, nero o grigio.

L’iconico abito nero di Chanel, foderato con una minigonna e un bustier con zip, è realizzato in tweed intrecciato o georgette di seta pieghettata. Un pigiama da sera in organza e alluminio cucito illumina un lungomare crepuscolare con colori. Velvet interviene su un vestitino nero e la sua corta veste argentata, su un lungo kimono nero con una fodera ricamata con fiori multicolori, un top intrecciato con piume sfoggiato da una lunga gonna a bolle intrecciata con carta velina d’argento, e un lungo tubino rifinito con un bustier ricamato. Gli abiti in taffetà hanno le spalle a palloncino, mentre altri hanno un colletto alto. Infine, la sposa esce con un lungo abito lungo e giacca effetto redingote in un tweed verde pallido abbellito da foglie come quelle indossate dai membri dell’Accademia di Francia.

I nuovi Chanel ambassador: Penélope Cruz, Lily-Rose Depp, Vanessa Paradis, Pharrell Williams, Marine Vacth, Caroline de Maigret, Soo Joo Park, Ellie Bamber, Ayami Nakajo, Liu Wen e Zhou Xun, le attrici americane Tracee Ellis Ross e Mackenzie Foy, l’attrice thailandese Chutimon Chuengcharoensukuying, la cantante canadese Charlotte Cardin, le attrici francesi Diane Rouxel e Carole Bouquet e la ballerina francese Marie-Agnès Gillot. Le guest star hanno partecipato alla sfilata autunno-inverno 2018/19 Haute Couture martedì 3 luglio al Grand Palais.

Con questa collezione, Karl Lagerfeld ci ricorda che Parigi è una capitale unica della moda, delle arti e della cultura, insieme a Chanel.

 

Related Post

Lascia un commento