Home > Collezioni > Salvatore Vignola: la collezione Autunno Inverno 2018/19 tra impressionismo e futurismo

Salvatore Vignola: la collezione Autunno Inverno 2018/19 tra impressionismo e futurismo

di Maria Elena Zannini
Salvatore Vignola
decide per la sua collezione Autunno Inverno 2018/19 Sine Pietate di fondere delle tematiche appartenenti a correnti artistiche nettamente diverse come impressionismo e futurismo. Le due correnti si uniscono in questa collezione Autunno Inverno 2018/19 con un’eleganza e raffinatezza dando vita a capi creativi e articolati.


La collezione autunno inverno 18-19 Sine Pietate di Salvatore Vignola si ispira all’arte impressionista in quanto arte legata al concetto di catturare ogni attimo, così come faceva all’epoca tramite la pittura en plain air, anticipando la funzione della macchina fotografica.

Salvatore Vignola prende come punto di partenza per Sine Pietate i famosi paesaggi innevati dell’impressionismo e si ispira non solo alla loro estetica ma anche ai suoi cromatismi cercando di creare una collezione che possa legarsi concettualmente all’immagine di ghiaccio, di congelamento, di conservazione.È invece per conservare questi aspetti che subentra l’influenza della corrente futurista nella collezione Autunno Inverno 2018/19.

Sono i tagli di alcuni abiti ad omaggiare l’artista Boccioni, celebrando la sua opera “Forme uniche della continuità nello spazio”, un simbolo di movimento e fluidità, essenziali in tutta la collezione

I volumi degli abiti di Sine Pietate firmata Salvatore Vignola, insieme a coulisse e fiocchi, richiamano invece uno scenario ottocentesco.

I colori si ispirano ancora al ghiaccio e alle sue sfumature, ma unendo un tocco di calore grazie all’arancio che smorza la freddezza dei precedenti cromatismi.

Nei tessuti della collezione autunno inverno 18-19 ammiriamo come si accostino insieme l’artificio della plastica, omaggio al futurismo, e la naturalezza di lana e cotone.

Related Post

Lascia un commento