Home > Collezioni > Il Neorealismo Di Bottega Veneta: La Visione Di Daniel Lee e Tyrone LeBon Per La Campagna Primavera Estate 2019
Bottega Veneta Spring Summer 2019 ad campaign

Il Neorealismo Di Bottega Veneta: La Visione Di Daniel Lee e Tyrone LeBon Per La Campagna Primavera Estate 2019

di Maria Teresa Verderami
Sotto lo sguardo sapiente di Daniel Lee prende forma uno spettacolo all’insegna del Neorealismo per la compagna Primavera Estate 2019 di Bottega Veneta.



Il designer Britannico si affida al fotografo Tyrone LeBon per costruire un universo senza tempo che racconti allo stesso tempo l’heritage del brand, facendo una pulizia generale di tutto ciò che non è più necessario.

L’identità di Bottega Veneta si riafferma con un cambio radicale di percezione, con immagini spontanee, naturali e per nulla artefatte, andando a comporre una narrazione quasi cinematografica.

L’influenza del cinema italiano si coglie nei personaggi che i vari soggetti interpretano, un cast misto e multigenerazionale che compone una sorta di famiglia alternativa unita, paradossalmente, dalle loro contrapposizioni e differenze.Al largo di Napoli, sull’isola di Ischia, gli scatti vengono eseguiti in una casa privata che offre ad ogni immagine un panorama diverso per raccontare la maison che, nella sua estrema italianità, non rimane chiusa al mondo anzi lo invita a farne parte.

Un’intimità ritrovata con l’estero, in una collezione che vede come protagonisti colori neutri, il nero, il bianco, il beige, in capi e accessori come borse, cappotti e pullover.

Lo spirito di Bottega Veneta emerge in un servizio semplice, puro nel suo racconto della moda ed estremamente coinvolgente nel raccontare un nuovo percorso che Daniel Lee percorrerà con il brand.

Lascia un commento