Home > Runway > Il marchio Laura Biagiotti festeggia e si racconta nella Collezione Autunno Inverno 2019/20
The brand Laura Biagiotti Fall Winter 2019/20

Il marchio Laura Biagiotti festeggia e si racconta nella Collezione Autunno Inverno 2019/20

di Maria Teresa Verderami -. Foto di Giuseppe Spena
Fiducia, carattere, raffinatezza, romanticismo e femminilità sono solo alcune della parole chiave che aiutano a raccontare la Collezione Autunno Inverno 2019/20 di Laura Biagiotti.

Non si cerca infatti nessun tipo di esibizionismo o alterazione, che non contribuiscono all’esaltazione di una donna sicura di sé e femminile.


Lavinia Biagiotti punta infatti a riscoprire lo spessore culturale della moda, mirando alla consacrazione di una nuova eleganza e il ritorno ad un raffinato equilibrio.
La Donna Biagiotti infatti non si lascia dominare da ciò che indossa ma ne fa un suo strumento espressivo, scegliendo capi confortevoli e ad alta vestibilità, adatti al suo stile di vita.

La collezione è al passo coi tempi, include il pantalone con la vita arricciata e la coulisse adatti dalla mattina alla sera, senza però rinunciare ai volumi ampi e alle stampe colorate dell’abito più iconico della tradizione della Maison Romana.Laura Biagiotti Winter 2019/20Gli abiti, i maglioni e i capispalla sono caratterizzati dalla presenza del monogramma disegnato dalla Biagiotti nel 1975, che compare nelle trame, stampato sulla seta o impresso negli occhiali da sole, diventando inoltre parte integrante della struttura di borse, stivali, orecchini e cinture.

Un richiamo dal sapore vintage è certamente dettato dalla presenza del paisley che però si modernizza diventando grafico e decorando pantaloni e giacche arricchiti da frange.

La donna che indossa Laura Biagiotti non trascura tuttavia la sua sensualità, che viene descritta nel pizzo seducente e nella seta lucente delle sottovesti sagomate che mirano a dare risalto e luminosità alla pelle.

La notte viene indice illuminata dall’inconfondibile “Bianco Biagiotti” che prende la sua rivalsa sul nero in silhouettes morbide, scivolate e avvolgenti, brillando in ricami di cristallo che rimandano al bagliore delle luci del Nord.Pat ClevelandIn un inno alla donna è Pat Cleveland a sorpresa a chiudere la sfilata, danzando sulle note dell’intramontabile voce di Whitney Houston in “I’m Every Woman” chiudendo lo show in uno spettacolo festoso ed emozionante.

Related Post

Lascia un commento